Giainel's Secrets

Mag
6
2011

Il primo avvio di Ubuntu: Uno sguardo generale, facendo qualche confronto con Windows

Ebbene sì, finalmente, dopo diversi passaggi, se avete seguito anche la mia ultima guida, Ubuntu dovrebbe essere stato finalmente installato in dual boot con Windows.

La prima volta che lo avvierete, così come avevate già avuto modo di vedere, rimarrete un po’ spiazzati. Linux e più nello specifico Ubuntu, è molto diverso da Windows.

I primi aggiornamenti da scaricare e installare per Ubuntu

Molto probabilmente, dopo qualche minuto che utilizzerete il sistema operativo, vi comparirà una finestra che vi segnala che devono essere fatti degli aggiornamenti.

Se così non fosse, potete verificare voi manualmente se è necessario farli. Basta procedere in questo modo: Cliccate su “Sistema”, in alto a sinistra, spostate il cursore del mouse su “Amministrazione” e poi cliccate su “Gestore aggiornamenti”.

Comparirà una finestra all’interno della quale, dopo una veloce verifica, vi verranno mostrati gli aggiornamenti che dovete eseguire. Un po’ come accade per Windows, tramite Windows Update. Per installarli, cliccate su “Installa aggiornamenti”.

Vi comparirà la richiesta di inserire la password di amministratore (è la stessa che avete utilizzato per accedere al sistema, ovvero quella che avete specificato in fase di installazione). Voi, inseritela e cliccate su “Autentica”.

Il primo aggiornamento sarà abbastanza corposo e quindi impiegherà diversi minuti prima di essere concluso. Terminato l’aggiornamento, cliccate su “Riavvia ora”, in alto, sulla destra della finestra.

Uno sguardo all’interfaccia di Ubuntu

Sicuramente, avrete notato che non c’è nessuna icona sul desktop e la classica barra delloStart” di Windowscon le sue funzionila potete trovare in altosulla sinistra.

La data e l’ora, non sono in basso a destra, ma in alto. Il cestino? In basso, nell’angolo a destra!

Penso che poi vi sarete accorti anche di un’altra differenza. Se aprite una cartella o anche un programma, noterete che i pulsanti “riduci finestra”, “finestra in primo piano”, “chiudi programma”, che in Windows sono in alto a destra, su Ubuntu, sono a sinistra!

All’inizio, devo ammettere che ci ho messo un po’ ad abituarmici! 🙂

Le applicazioni già presenti in Ubuntu

A differenza di Windows, le applicazioni già installate di default, sono suddivise per categoria e devo dire che questa è una caratteristica che mi è piaciuta fin da subito. Lo potete notare cliccando con il tasto sinistro del mouse sulla voce “Applicazioni”, in alto a sinistra.

Come vedete ci sono gli accessori, che includono alcune applicazioni tipiche di Windows come la la calcolatrice e l’editor di testo. Inoltre, è presente anche il terminale (Prompt dei comandi in Windows), che a differenza del sistema operativo di casa Redmond, viene utilizzato molto più spesso.

Altre categorie di applicazioni sono “Audio e video” e “Grafica“, che come dice il nome stesso, raccolgono un insieme di programmi orientati ad audio e video editing e un visualizzatore di foto.

Ci sono i giochi, un browser di default che ovviamente non è Internet Explorer, ma Mozilla Firefox e infine alcune applicazioni più da ufficio come Open Office, l’alternativa gratuita a Microsoft Office, un gestore di e-mail e un dizionario.

L’ultima voce che trovate, “Ubuntu Software Centerè un tool che in Windows non esiste (forse, sarà presente in Windows 8), ma che è molto utile, soprattutto per i meno esperti. Serve per poter cercare e installare programmi direttamente dal desktop, senza fare nessuna ricerca per il web.

La voce “Risorse“, in sostanza è l’esplora risorse di Windows. Trovate infatti i collegamenti alla vostra cartella con i documenti, alle foto, ai video e alle canzoni. Inoltre, potete anche accedere ai file della partizione dell’hard disk dove è installato Windows.

La voce “Sistema“, invece, riassume un po’ le funzioni del Pannello di controllo di Windows. Da qui, si possono trovare diversi tool molto utili, come quello che verifica la presenza o meno di aggiornamenti, una serie di strumenti per verificare lo stato del sistema e per gestire le periferiche.

Ovviamente, più comincerete ad utilizzare il sistema operativo e più diventerete sempre più bravi nell’utilizzare tutte le sue funzioni. Un po’ come sarà sicuramente accaduto con Windows. All’inizio, tutti (e mi ci metto anch’io), siamo un po’ imbranati con ciò che ci è nuovo e non siamo abituati ad utilizzare.

Bene ragazzi, questo è tutto per oggi. Spero davvero che siate riusciti ad installare Ubuntu grazie alle mie guide o che comunque, vi siano state d’aiuto per trovare lo stimolo necessario per iniziare l’avventura.

Ciao ragazzi, alla prossima! 😉

Se l’articolo ti è piaciuto, clicca sul bottone “Wikio”, collocato in alto, sotto il titolo del post. Verrai reindirizzato su una nuova pagina e potrai votare il mio articolo cliccando sul simbolo “Vota”. Grazie per l’attenzione. Con questa azione potrai contribuire ad aumentare le visite al mio blog e renderlo più conosciuto nel web.

Ti potrebbero anche interessare:

About the Author: Davide Ginelli

Mi chiamo Davide, anche se su questo Blog, utilizzo il mio nickname, Giainel. Sono un ragazzo di 21 anni e frequento il corso di Informatica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca.

14 Commenti      Comments RSS Feed

  • Ciao!
    ho trovato utilissime le tue istruzioni e soprattutto molto chiare! Grazie e complimenti:
    Dopo aver provato l’installazione da cd e quella dentro windows va tutto alla grande ma non funziona il modem, una chiavetta usb della wind. Non esiste un programma autoistallante per Ubuntu o un metodo non troppo complicato? Grazie di nuovo.
    Eugenio

    • Ciao Eugenio! Scusa se ti rispondo solo adesso e grazie mille per i complimenti!
      Per quanto riguarda il tuo problema, potresti dirmi qual è il modello esatto della tua chiavetta?

      Fammi sapere, ciao!

  • ciao Daniele! Vorrei tanto ringraziarti per la tua guida…é davvero ottima e mi è stata utilissima per l’installazione di ubuntu 11.04, migliore della stessa guida di wiki.ubuntu…….quest’ultima riguarda la versione 10.4 e in alcuni punti mi sono bloccato finchè la tua guida non mi è venuta in soccorso! Detto ciò ti spiego perchè ho installato ubuntu e perchè apprezzo molto il tuo lavoro. Come te sono uno studente universitario, studio ingegneria aerospaziale a napoli Federico II, e per la laurea triennale il mio professore mi ha caldamente consigliato l’uso di linux (per il mio speriamo fortunato futuro da ingegnere). Debbo infatti fare uno studio utilizzando il programma x-foil che è supportato anche da linux…A questo punto vorrei farti una domanda…Premetto che non sono per niente esperto di informatica dunque se dico qualche cavolata correggimi e perdonami:). Probabilmente di tutti coloro che hanno installato ubuntu la maggior parte lo ha fatto per cimentarsi un pò con questo SO, a me dovrebbe invece servire per qualcosina in più…all’inizio della tua guida hai detto che utilizzare 12 Gb per la partizione è più che sufficiente, ma mi stavo chiedendo se per un utilizzo più corposo sia sufficiente…..ti ripeto che non ci capisco tanto.Ho notato che da linux si accede anche ai dati presenti su windows..ma se alvo qualcosa su linux, andrò sui 12 giga che ho per linux, giusto????
    per questo vorrei sapere se basta e se nel caso c’è una soluzione (ad esempio allargare la partizione, eliminarla per reinstallare ubuntu,…..)…Un’altra cosa che ti volevo chiedere è se c’è una soluzione per l’eccessivo surriscaldamento che provoca ubuntu..Ho notato inizialmente che la batteria si scaricava presto e fatto qualche ricerca..pare ci sia un problema dalla versione 10.10 nello sheduler che accende più del dovuto qualcosa nel processore(potrei sbagliarmi…..è qualcosa di simile…)….Ho trovato qualche soluzione, c’è chi dice di sostituire il kernel, chi invece di cambiare qualche cifratura nei codici di ubuntu, però tutto utile a chi è esperto….magari se ne sai qualcosa puoi scriverci sopra perchè è un problema di molti….
    in ogni caso grazie mille…stai facendo un ottimo lavoro:)

    • Ciao Vittorio! Innanzitutto, grazie mille per i complimenti! Troppo gentile! 🙂

      Sono andato sul sito ufficiale di XFOIL e ho visto che il pacchetto di installazione è grande solo pochi mega, quindi non dovresti avere problemi di spazio.
      Come hai scritto tu, quando salvi un file su Linux, occupi spazio sulla partizione ad esso dedicata. Non so se il software in questione generi dei file molto grandi, ti posso comunque dire che con 12 GB, se non devi installare molti programmi, te dovresti la cavi più che bene.

      Ho deciso di scrivere di dedicare almeno 12 GB invece di 8, come scritto sulla documentazione ufficiale di Ubuntu, proprio per non doversi preoccupare di essere troppo tirati con lo spazio. Diciamo che Ubuntu occupa circa 4GB con gli aggiornamenti di sistema più, metti 1 GB per la partizione di swap, si hanno ancora 7 GB, che penso possano essere sufficienti anche per il tuo lavoro/studio.

      Se lo spazio non dovesse bastare, potrai sempre aggiungerne dell’altro prelevandolo dalla partizione dedicata a Windows, proprio come hai fatto la prima volta per l’installazione.
      Lo spazio che ricavi, lo aggiungi alla partizione di Linux. Se utilizzi il tool integrato in Windows Vista e Windows 7, è sufficiente che clicchi con il tasto destro del mouse sulla partizione di Linux e poi clicchi su “Estendi volume”, assegnando il nuovo spazio che hai ricavato precedentemente togliendolo dalla partizione dedicata a Windows.

      Per quanto riguarda il surriscaldamento, le ultime notizie che ho sono che Ubuntu 11.04 ha un bug nella gestione della batteria. Il problema è legato al kernel si sistema. Purtroppo, però, Canonical non è ancora riuscita a risolvere il problema. Comunque, cercando in Google, ho trovato una guida che potrebbe risolvere il problema. La puoi leggere qui: http://www.chimerarevo.com/2011/06/29/kernel-linux-risolvere-il-problema-della-batteria-che-consuma-troppo/

      Personalmente, non l’ho mai provata e quindi non ti so dare un’opinione circa il suo effettivo funzionamento.

      Allora, in bocca al lupo per l’università! Ciao!

      PS Il mio nickname è Giainel, non Daniele 🙂

  • ciao giainel la chiavetta è la onda MT833UP quella procedura non mi funziona
    grazie in anticipo

    • Ciao Marco! Facendo qualche ricerca, ho trovato questa guida: http://www.osside.net/?p=5597
      Nel post si fa riferimento a Debian, ma funziona anche con Ubuntu. L’unica differenza è che nei comandi da dare da terminale, al posto di “su”, devi scrivere “sudo”.
      Comunque, prova a mettere in pratica il tentativo numero 2. Se non funziona, allora prova con il tentativo 1, ricordandoti di modificare “su” in “sudo”.
      Fammi sapere se risolvi, ciao!

  • Ciao, Giainel! Complimenti per le guide! Le ho seguite e sono riuscito a installare Ubuntu senza problemi! Ci sono però due questioni che non riesco a risolvere:
    1)Ho il modem Alice Gate, con linea ADSL. Ho creato su Ubuntu una connessione DSL usando nome utente e password che usavo in Windows e che mi erano stati dati dalla Telecom. La connessione funziona. Per sicurezza, poi, ne ho creata un’altra, inventandomi nome utente e password… stranamente funziona anche quella… Mi sono stupito… non vorrei trovarmi poi sorprese in bolletta, perchè magari uso una connessione che va oltre quella per cui già pago un tot fisso a bimestre… Tu che ne pensi? Va bene la connessione DSL o dovevo crearla di altro tipo? E’ rischioso andare su internet così?
    2)Dopo aver installato Ubuntu, mi è stato proposto di scaricare il pacchetto lingue. Non l’ho fatto perchè non avevo la connessione disponibile. Ora che la connessione c’è, siccome Ubuntu è mezzo in italiano e mezzo in inglese, c’è modo di scaricare il pacchetto lingue e farlo diventare tutto in italiano?
    Grazie per l’attenzione e complimenti ancora!! Sai, seguo il tuo blog dall’inizio, da quando facevi le guide per il vecchio Samsung Omnia (ce l’ho ancora con la phoenix installata!! 😉 )

    • Ciao Giovanni! Grazie mille per i complimenti! Per quanto riguarda la tua prima domanda, ti posso dire che non dovrebbero esserci problemi a livello di bolletta. Nel caso volessi una conferma ufficiale, puoi chiamare il 187. Per quello che so, il nome utente e la password “aliceadsl” sono quelli di default che Telecom dice di utilizzare per una configurazione iniziale. In realtà, tu puoi utilizzare dei dati diversi da “aliceadsl” e la connessione funziona lo stesso. Per questo motivo, riesci lo stesso a collegarti a internet.

      Per quanto riguarda il pacchetto lingua, puoi scaricare gli aggiornamenti andando in: “Sistema”, “Amministrazione”, “Supporto lingue”. Ti potrebbe uscire una schermata che dice “Il supporto per le lingue non è installato completamente”. Tu, clicca su “Installa” per installarlo. Nella finestra che ti comparirà, dove c’è è la voce “Lingua per i menù e le finestre”, trascina la lingua italiana in prima posizione. Fatto questo, clicca su “Applica globalmente”.

      Se non dovesse essere presente la voce relativa alla lingua italiana, clicca su “Installa/Rimuovi lingue…” e metti la spunta sulla voce Italiano. Poi, metti la spunta anche a “Traduzioni” e “Strumenti linguistici e controllo ortografico”. Fatto questo, clicca su Applica modifiche.

      Terminata la configurazione della lingua, riavvia il computer. A questo punto, dovrebbe essere stato tradotto completamente.

      PS Sono contento che il mio Blog sia sempre di tuo interesse! 🙂 Grazie anche per aver deciso di utilizzare la Phoenix! 🙂 Ciao!

  • buon pomeriggio Davide, sto avendo un problema nell’installare la chiavetta internet onda della tim presa con un internet pack, su ubuntu 11.04 in poche parole la collego lampeggia ciò ce segnale ma ubuntu non la prende e di conseguenza non mi installa il software.
    cosa posso fare, ciao e grazie in anticipo

  • ehilà davide, stavo provando a installare ubuntu su windows 7 ma quando creo l’area di swap la quantità di giga rimasti liberi mi dice inusabile come posso avanzare ciao e grazie

    • Ciao Marco! Quante partizioni sono già presenti sul tuo Hard Disk?

  • ciao Giainel è in pò di tempo che non ti sento, comunque vorrei avere un consiglio su le migliori app per ubuntu che ora sono in circolazione. Alla fine ho aggiornato alla versione 11.04 davvero interessante peccato manchino gli effetti visivi avanzati, esiste qualche soluzione?
    Ciao e grazie in anticipo

    • Ciao Marco! Puoi dare un’occhiata ai migliori programmi per Ubuntu leggendo questa discussione: http://forum.ubuntu-it.org/index.php?PHPSESSID=8jr7gp12paq9eqht97trvpk8c0&topic=393643.0

      Per quanto riguarda gli effetti visivi avanzati, in effetti è stata tolta la voce che permetteva di configurarli. Per risolvere parzialmente, scarica tramite Ubuntu Software Center l’applicazione chiamata “compizconfig-settings-manager”. Dopo averla installata, vai in “Sistema”, “Preferenze”, “Gestore Configurazione CompizConfig”. Dalla schermata che ti si aprirà, potrai applicare i vari effetti.

      Ti devo però dire che leggendo un po’ di discussioni, sembrerebbero esserci problemi tra l’interfaccia Unity e Compiz. Per abilitare il cubo magico, ad esempio, devi seguire questa guida: http://opensource-blog.blogspot.com/2011/05/come-usare-il-cubo-su-ubnutu-1104.html e non utilizzare Compiz… Ciao!

Archivi